Il Goji e l'esercito immunitario

Il Goji e l'esercito immunitario

22.11.13 17:40

Il superfrutto del Goji incrementa le nostre capacità immunodifensive e ci dà una sferzata di energia per combattere le patologie invernali.


“Al mio segnale scatenate l’inferno!”
(da “Il Gladiatore” di R.Scott)

Immaginiamo un esercito di soldati forti e coraggiosi, uniti da ideali comuni: il benessere, la salute, la serenità.
Questi soldati sono in grado naturalmente di distinguere il nemico potenzialmente pericoloso e da attaccare immediatamente, da quello innocuo da cui difendersi semplicemente proteggendo e preservando uno stato di cose, un territorio.
Alcuni nemici saranno particolarmente tenaci e riusciranno a valicare barriere apparentemente inespugnabili, altri si dovranno scontrare con difese forti e solide e non riusciranno ad andare oltre.
I nostri valorosi soldati, perciò, impareranno direttamente sul campo le regole della guerra e della sopravvivenza, sapranno riconoscere strategie ed armi viste precedentemente, far tesoro dei propri errori e diventare ancora più forti grazie a conoscenza e consapevolezza.
Tornando con i piedi per terra, i soldati di cui ho parlato altri non sono che i Globuli Bianchi, i Linfociti, circolanti nel sistema linfatico con origine nel midollo osseo.
I Linfociti vengono letteralmente scagliati dal sistema immunitario, come soldati, contro gli Antigeni, i nostri nemici patologici.



Il sistema immunitario

Il sistema immunitario è una complessa rete difensiva costituita da elementi innati ed altri acquisiti.
Quelli congeniti (un esempio sono le cellule Fagociti, in grado di estroflettere la propria membrana ed inglobare l’invasore per poi eliminarlo) sono sistemi difensivi che abbiamo naturalmente dalla nascita e che spontaneamente si attivano contro ogni genere di invasore.
I sistemi acquisiti (come i Linfociti B e T), invece, fanno parte di un sistema difensivo ancora più specializzato; si scontrano contro nemici specifici, che sono in grado di riconoscere grazie all’esperienza ed alla loro memoria immunologica.
Questa loro capacità gli consente di “riarrangiarsi geneticamente” e li mette in grado di bloccare prontamente l’invasore già alla porta d’ingresso avendolo riconosciuto (questo è il meccanismo alla base della vaccinazione; come dire so chi sei e so come combatterti).
L’antigene, il nemico invasore, pertanto verrà riconosciuto dal Linfocita specializzato e, come in un meccanismo di chiave/serratura definito Immunocomplesso, questo porterà allo sblocco ed alla secrezione dell’anticorpo specifico che lo neutralizzerà.
Queste due categorie difensive, congenita ed acquisita, sono le fondamenta del complesso sistema immunologico dell’uomo.

Torniamo a noi... la prevenzione stagionale

Chiaramente sarà fondamentale adottare alcuni accorgimenti che garantiranno di superare quasi indenni gli assalti delle patologie invernali e cercare di mantenere in salute il nostro sistema immunitario.
Quali sono questi accorgimenti?
Un adeguato numero di ore di sonno (già sentita questa?!), coprirsi sufficientemente (evitando, però, di barricare il nostro corpo dietro una muraglia invalicabile di lana, ma lasciando che respiri), lavare spesso le mani ed evitare posti affollati (per quanto possibile), aiutarsi con rimedi naturali quali tisane o decotti a base di Finocchio, limone, Malva, Tiglio, Echinacea, Uncaria, Rhodiola, Rosa Canina, Aloe vera, Papaya, Goji.
Fare suffumigi con eucaliptolo, menta, bicarbonato o sale grosso (possiamo anche lasciare che i vapori si spandano in camera nostra mentre dormiamo), annusare 2 gocce di olio essenziale di TeaTree sul fazzoletto che usiamo.
Integrare l’alimentazione con arance, sedano, carote, broccoli ed in particolare cibi che contengano tanta vitamina C.



Il Goji aiuta a rinforzare il sistema immunitario

Studi condotti tra il 1982 ed il 1985, nell’Università cinese del Ningxia, dimostrarono un aumento nel quantitativo di globuli bianchi nonché una forza di annientamento maggiore da parte dei fagociti grazie all’assunzione del Goji.
Altra conferma venne da uno studio del 1994 in cui 50 individui assunsero 50 gr di bacche al giorno.
Si riuscì a dimostrare ancora una volta l’incremento del numero di globuli bianchi, di linfociti B e T nel sangue.
Ad accentuare le capacità immunodifensive del Goji sono i Polisaccaridi ed i Carotenoidi, in particolare la Beta-Criptoxantyna, la Luteina e l’Alfa-Carotene.
Tra gli aminoacidi ad avere un ruolo difensivo ci sono, nello specifico, la L-Arginina e la Glutammina.
Da non dimenticare anche la presenza di un derivato naturale della Vitamina C (AA-2BG) con un potenziale immunodifensivo ed antiossidante maggiore di quello dell’arancia.
Il Goji si dimostra, quindi, un eccellente alimento atto a prevenire e combattere i malanni stagionali rinforzando e sostenendo il sistema immunitario.

E se tutto questo non bastasse…

Possiamo sempre seguire la saggia regola delle 3 L dataci dalle nostre nonne e cioè, all’occorrenza, Lana, Letto e Latte!


Iscriviti, Per utilizzare la funzione di commento


Xobor Xobor Blogs