E SE L'ALIMENTAZIONE FOSSE PREVENZIONE E TERAPIA? Parte I

E SE L'ALIMENTAZIONE FOSSE PREVENZIONE E TERAPIA? Parte I

02.04.14 16:39

di Susan Menaldo
Quando mangiare e' davvero salutare
Premesse - Dati statistici su patologie tumorali e la nuova piramide alimentare


Non vi sono pozioni magiche che facciano sparire miracolosamente una neoplasia maligna, ma certamente possiamo attivare sin da subito delle sane e corrette misure di controllo e prevenzione che limitino ed attutiscano, per quanto possibile, un danno cellulare irrimediabile.
L'alimentazione può divenire, allora, sia prevenzione che, addirittura, terapia.

ANCORA OGGI
Con il 30% di decessi a questo imputabili, il cancro appare come la seconda causa di morte nel mondo subito dopo le malattie a carico dell'apparato cardiovascolare.
E' chiaramente di conforto sapere che le prospettive di vita, a partire dal quinto anno dalla diagnosi di tumore, si sono notevolmente allungate e sono ormai sovrapponibili a quelle di individui cui non è mai stato diagnosticato un tumore.
Negli ultimi anni circa il 62% delle donne ed il 52% degli uomini è ancora vivo a distanza di 5 anni dalla diagnosi.

SOLO UN PICCOLO ACCENNO...

Il cancro è una neoplasia (nuova formazione) o tumore (da Tumor, rigonfiamento) che può avere carattere benigno oppure maligno se è stato intaccato il nostro patrimonio genetico, il cosiddetto Genoma.
Se maligno, il cancro, con le sue cellule neoplastiche, con una rapidità via via maggiore, avvinghia le cellule buone e porta ad una veloce riproduzione di cellule dannose, come un granchio che avvolge con le sue chele la preda (ecco perchè definito cancro).

NUMERI & DATI
Andiamo a scorrere qualche dato risalente al 2012 raccolto dall'Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM); questo servirà a darci un'idea ben più definita ed una consapevolezza maggiore di un fenomeno davvero importante a cui dedicare almeno un pensiero.
364.000 sono le nuove diagnosi di tumore ogni anno
il 56% di queste sono uomini
il 44% donne
La frequenza è più elevata rispetto al nord-Europa ed agli Stati Uniti e con una attuale preponderanza nel nord e centro Italia (forbice, però, che si sta lentamente assottigliando).
Il tumore più frequente è quello al colon retto, a seguire quello alla mammella (47.000 nuovi casi di tumore al seno ogni anno e la Race for the Cure di Roma, Bologna e Bari, corsa organizzata dalla fondazione Susan Komen che raccoglie fondi per la ricerca, con i suoi 55.000 partecipanti dimostra quanto sentita sia la causa), poi quello alla prostata ed ai polmoni.
Numeri che parlano a gran voce ed urlano la pericolosità di pigrizia, disinformazione e paura spesso immotivata.
Prendere coscienza del proprio corpo, dei propri limiti, delle proprie possibilità ed apportare dei cambiamenti positivi al nostro stile di vita significa fare del bene non solo a noi, ma alla nostra famiglia, ai nostri bambini.
Se lo stile di vita fosse sano e corretto, ci fosse un'efficacie attività di screening, dei controlli clinici e strumentali periodici ed una diagnosi precoce quei dati verrebbero completamente ribaltati e rivoluzionati perchè è calcolata al 70% la percentuale di tumori che potremmo diagnosticare e prevenire per tempo.



COSA STO MANGIANDO?


Questa che vediamo è la cosiddetta “piramide alimentare” che ci aiuta nella scelta del cibo, nel porzionamento e nella priorità che dobbiamo dare ad alcuni alimenti piuttosto che ad altri.
Nata negli Stati Uniti negli anni '90 si è evoluta nel corso del tempo a seguito di nuove scoperte, ricerche ed evidenze; ad esempio l'importanza data all'idratazione, all'attività fisica ed al mantenimento del peso corporeo sono indicazioni del tutto recenti.

Fonte immagine: www.mypersonaltrainer.it

Nella Parte II dell'articolo vedremo in che maniera l'alimentazione può essere utile o nociva all'organismo in merito alla prevenzione delle patologie tumorali.


Iscriviti, Per utilizzare la funzione di commento


Xobor Xobor Blogs